Tredicesima: le date di pagamento per i dipendenti privati

La retribuzione aggiuntiva natalizia deve essere pagata entro una determinata data? Quanto tempo ha il datore di lavoro per pagare questa gratifica? A che giorno è previsto il pagamento della tredicesima? Queste sono le domande più frequenti dei lavoratori in vista delle festività natalizie.

Per i dipendenti pubblici, le date di pagamento sono stabilite dalla legge, mentre per quelli del settore privato dipendono dal contratto collettivo applicato al rapporto di lavoro. È importante conoscere la data di pagamento della tredicesima, quindi vediamo in dettaglio le regole previste dai contratti collettivi (CCNL) per ciascun settore.

TREDICESIMA PER I DIPENDENTI PUBBLICI

Per quanto riguarda i dipendenti pubblici, la data di pagamento è stabilita dalla legge. Invece, molti dei CCNL applicati ai dipendenti del settore privato prevedono il pagamento entro la vigilia di Natale o comunque nella settimana in cui cadono il 24 e il 25 dicembre oppure quella precedente. Tuttavia, non esiste una data univoca, ma solo un periodo massimo entro cui il datore di lavoro deve assicurare il pagamento.

Per restare aggiornati seguiteci sul nostro canale telegram. E anche su WhatsApp, iscriviti da qui.
Studia online e Supera il Concorso pubblico che devi affrontare , SCOPRI DI PIÙ.

Occorre sottolineare che molte aziende effettuano il pagamento in anticipo rispetto a quanto previsto nel CCNL. Nel 2023, ad esempio, la maggior parte delle aziende erogherà la tredicesima mensilità tra l’11 e il 17 dicembre o all’inizio della successiva. L’elaborazione delle buste paga di novembre viene effettuata tra l’1 e il 16 dicembre nel settore privato, quindi quella della tredicesima avviene necessariamente nella successiva settimana.

Per i lavoratori cessati, la tredicesima viene pagata nella busta paga del mese di fine rapporto di lavoro, mentre per coloro che ricevono gli incrementi mensili, questa viene erogata in ratei mensili.
In caso di ritardo o mancata erogazione della tredicesima da parte del datore di lavoro, è bene sapere che si tratta di una retribuzione obbligatoria per legge con finalità natalizia. Pertanto, il datore di lavoro è tenuto ad assicurare il pagamento ai lavoratori durante il periodo natalizio.

Se un datore di lavoro non eroga la tredicesima mensilità al lavoratore, quest’ultimo può chiedere il pagamento tramite PEC o presentare un decreto ingiuntivo se la tredicesima è stata conteggiata nella busta paga. In alternativa, il lavoratore può dimettersi per giusta causa a causa del mancato pagamento delle retribuzioni e avere diritto alla Naspi, poi richiedere gli stipendi arretrati tramite contenzioso contro il datore di lavoro.

È importante conoscere le tempistiche e i termini di pagamento della tredicesima specifici per ciascun settore e contratto collettivo. Ad esempio, nel CCNL Terziario della Distribuzione e dei Servizi firmato da Confcommercio imprese per l’Italia e FILCAMS CGIL, la tredicesima deve essere pagata entro il 24 dicembre in coincidenza con la vigilia di Natale. Il CCNL Pubblici esercizi, ristorazione e turismo prevede invece il pagamento della tredicesima “in occasione della ricorrenza natalizia”, ovvero entro la settimana che precede il Natale. È importante consultare i dettagli del proprio contratto collettivo per avere informazioni precise sui termini di pagamento della tredicesima.

Il CCNL Metalmeccanici industria prevede che il pagamento della tredicesima avvenga alla vigilia di Natale, così come stabilito anche dal CCNL Area Meccanica. Mentre nel CCNL Metalmeccanici PMI piccola industria il pagamento deve avvenire “in occasione della ricorrenza natalizia”. Anche nel settore dei Trasporti e Logistica, i termini possono variare a seconda del contratto collettivo.

In ogni caso, se un lavoratore non riceve la propria tredicesima entro i termini previsti dal contratto collettivo, ha diritto a chiederne il pagamento al proprio datore di lavoro o a intraprendere eventuali azioni legali.

Nell’accordo collettivo nazionale (CCNL) del settore logistica, trasporto merci e spedizione tra le associazioni AITI, ASSOESPRESSI, ASSOLOGISTICA, FEDESPEDI, FEDIT, FISI, TRASPORTOUNITO FIAP, CONFETRA, ANITA, FAI, ASSOTIR, FEDERTRASLOCHI, FEDERLOGISTICA, FIAP, UNITAI, CONFTRASPORTO, CNA FITA, CONFARTIGIANATO TRASPORTI, SNA CASARTIGIANI, CLAAI, CONFCOOPERATIVE LAVORO e FILT CGIL; FIT CISL; UILTRASPORTI UIL, noto come CCNL Trasporti Logistica e Spedizione, la tredicesima mensilità ai lavoratori viene corrisposta “normalmente il 16 dicembre”, dunque entro tale data.
Per quanto riguarda il CCNL per gli autisti di mezzi di trasporto pubblico locale firmato da ASSTRA, ANAV e FILT CGIL; FIT CISL; UILTRASPORTI UIL; FAISA CISAL; UGL FNA; e AGENS noto come CCNL Autoferrotranvieri TPL, ai lavoratori viene corrisposta “tra il 10 e il 20 dicembre di ciascun anno una mensilità di retribuzione normale ultima raggiunta”.
Per i lavoratori delle cooperative del settore socio-sanitario assistenziale-educativo e di inserimento lavorativo firmato da AGCI SOLIDARIETA’; CONFCOOPERATIVE FEDERSOLIDARIETA’; LEGACOOPSOCIALI e FP CGIL; FPS CISL; FISASCAT CISL; UIL FPL; UILTUCS noto come CCNL Cooperative Sociali, il pagamento della tredicesima è assicurato “entro il mese di dicembre di ogni anno”, quindi entro il 31 dicembre.
Il CCNL Case di cura specifica che a tutto il personale in servizio spetta una tredicesima mensilità da corrispondersi alla data del 16 dicembre di ogni anno.
Per i dipendenti dei settori dell’edilizia, legno e arredamento firmato da ANCE; LEGACOOP Produzione e Servizi; CONFCOOPERATIVE Lavoro e Servizi; AGCI Produzione e Lavoro e FENEAL UIL; FILCA CISL; FILLEA CGIL noto come CCNL Edilizia cooperative il pagamento della tredicesima “va normalmente effettuato non oltre il 20 dicembre”.
Per quanto riguarda gli impiegati delle imprese artigiane e delle piccole e medie imprese industriali dell’edilizia e affini firmato da ANAEPA CONFARTIGIANATO EDILIZIA; CNA COSTRUZIONI; FIAE CASARTIGIANI; CLAAI EDILIZIA e FENEAL UIL; FILCA CISL; FILLEA CGIL noto come CCNL Edilizia artigianato il pagamento della tredicesima va effettuato “non oltre il 20 dicembre”.
Il CCNL Legno Arredamento industria specifica che l’azienda deve corrispondere al lavoratore “in occasione della ricorrenza natalizia” una tredicesima mensilità entro il 24 dicembre.
Per i dipendenti delle imprese creditizie firmato da ABI e FABI; FIRST CISL; FISAC CGIL; UILCA; UNISIN noto come CCNL Credito Bancari la tredicesima deve essere pagata “entro il 20 dicembre”.
Infine per i lavoratori dell’industria chimica firmato da FEDERCHIMICA; FARMINDUSTRIA e FILCTEM CGIL; FEMCA CISL; UILTEC UIL (stipula su tavolo separato: UGL CHIMICI; FAILC CONFAIL; FIALC CISAL) noto come CCNL Chimici farmaceutici la corresponsione della tredicesima deve avvenire “normalmente alla vigilia di Natale”, dunque entro il 24 dicembre.

Il CCNL per gli addetti all’industria della gomma, cavi elettrici ed affini e all’industria delle materie plastiche prevede il pagamento della tredicesima entro il 25 dicembre. Lo stesso vale per il CCNL per l’industria alimentare, con la differenza che la data di pagamento è “in occasione del Natale”. Per i dipendenti della piccola e media industria alimentare, invece, la tredicesima deve essere corrisposta “in occasione della ricorrenza natalizia”.
Per quanto riguarda il settore tessile-abbigliamento-moda, il CCNL prevede differenti date di pagamento a seconda del contratto: entro la seconda decade di dicembre per gli addetti alle piccole e medie industrie, mentre per le imprese ed i lavoratori del settore tessile-abbigliamento-moda il pagamento deve avvenire “in occasione della ricorrenza natalizia”.
Il CCNL per i dipendenti delle aziende esercenti l’industria della carta e del cartone stabilisce che la tredicesima deve essere corrisposta entro il 24 dicembre o entro il 31 gennaio successivo. Stessa cosa per i dipendenti dell’industria grafica editoria.
Infine, il CCNL Area Comunicazione prevede che la tredicesima deve essere pagata entro il 31 dicembre. Il CCNL Area Tessile Moda e Chimica Ceramica stabilisce che la tredicesima viene corrisposta ai lavoratori in occasione della ricorrenza natalizia.

In vista della celebrazione del Santo Natale, il datore di lavoro erogherà ai dipendenti un dodicesimo dello stipendio corrisposto, pari all’importo effettivo, e ciò entro il giorno 24 di dicembre.
Nel contratto collettivo nazionale di lavoro per le agenzie di fornitura di personale, firmato dalle associazioni ASSOLAVORO e CGIL, CISL, UIL, FELSA CISL, NIDIL CGIL e UILTEMP, la corresponsione del tredicesimo è garantita ai lavoratori.
Essendo assente una tempistica specifica prevista nel contratto collettivo per il pagamento del tredicesimo stipendio, quest’ultimo dovrà essere pagato entro la scadenza di pagamento, ovvero entro il 31 dicembre.

Ultima modifica il 13 Dicembre 2023 da Redazione

Lascia una risposta