Concorsi Pubblici Comune di Milano: 178 assunzioni

milanoNuovi concorsi pubblici presso il Comune di Milano. I nuovi concorsi sono finalizzati all’assunzioni di 178 nuove figure da inserire a tempo indeterminato. Le assunzioni saranno effettuate tramite passaggio diretto dei dipendenti e tramite selezioni pubbliche, ecco tutti i dettagli.



ASSUNZIONI COMUNE DI MILANO: CONCORSI PUBBLICI

Ecco i posti di lavoro disponibili:

– n. 15 Istruttori Direttivi dei Servizi Economico Finanziari – categoria D – posizione giuridica D1;
– n. 2 Conservatori dei Beni Culturali – categoria D – posizione giuridica D3;
– n. 6 Istruttori dei Servizi Culturali – categoria C – posizione giuridica 1;
– n. 13 Istruttori Direttivi dei Servizi Tecnici – categoria D – posizione giuridica D1;
– n. 27 Istruttori Direttivi dei Servizi Informativi – categoria D – posizione giuridica D1;
– n. 3 Istruttori Direttivi dei Servizi Culturali (Ambito Sicurezza Musei e Sedi Espositive) – categoria D – posizione giuridica 1;
– n. 8 Funzionari dei Servizi Amministrativi – categoria D – posizione giuridica D3;
– n. 13 Istruttori dei Servizi Amministrativi – categoria C – posizione giuridica 1;
– n. 8 Collaboratori dei Servizi Tecnici – categoria B – posizione giuridica B3;
– n. 8 Funzionari di Servizi Tecnici – categoria D – posizione giuridica D3;
– n. 7 Funzionari dei Servizi Economico Finanziari – categoria D – posizione giuridica D3;
– n. 34 Collaboratori dei Servizi Amministrativi – categoria B – posizione giuridica B3;
– n. 19 Istruttori Direttivi dei Servizi Amministrativi – categoria D – posizione giuridica D1;
– n. 4 Avvocati – categoria D – posizione giuridica D3;
– n. 1 Istruttore Direttivo dei Servizi Amministrativi Area Relazioni Internazionali – categoria D – posizione giuridica D1;
– n. 10 Funzionari dei Servizi Informativi – categoria D – posizione giuridica D3.



REQUISITI RICHIESTI

Requisiti generici:

– cittadinanza italiana o di un paese straniero (vedi bando di concorso);
– essere maggiorenni;
– godimento dei diritti civili e politici;
– assenza di condanne penali che possano impedire l’instaurarsi del rapporto di impiego;
– non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
– non essere stati licenziati per persistente insufficiente rendimento da una pubblica amministrazione, ovvero per aver conseguito l’impiego mediante dichiarazioni mendaci o la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
– non essere stati licenziati dal Comune di Milano, salvo che per procedura di collocamento in disponibilità o di mobilità collettiva;
– non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 10.01.1957, n. 3;
titolo di studio richiesto per ciascun profilo professionale.



MAGGIORI INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni sui nuovi concorsi pubblici presso il Comune di Milano è possibile visitare il sito web ufficiale dell’ente nella sezione “concorsi pubblici”, ecco il link: lavoro al Comune di Milano.

Lascia una risposta