Bandi Comunali per Agenti di Polizia Locale a tempo indeterminato, serve il DIPLOMA, via alle domande

Sono stati pubblicati i bandi di concorso finalizzati all’assunzione di agenti di polizia locale a tempo indeterminato. Di seguito vedremo i requisiti richiesti e tutti i dettagli.

La domanda scade il 9 Dicembre 2022.

Selezione pubblica, per soli esami, per la copertura di tre posti di agente di polizia locale, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato, per i Comuni di Cologno al Serio e Zogno

Requisiti richiesti:

Per restare aggiornati seguiteci sul nostro canale telegram.

1. cittadinanza italiana, ai sensi dell’articolo 38 del D.Lgs. n.165/2001 e D.P.C.M. 7 febbraio
1994, n. 174, articolo 2, comma 1, lettera a) – sono equiparati ai cittadini gli italiani non
appartenenti alla Repubblica (San Marino, Vaticano);
2. età non inferiore a 18 anni;
3. godimento dei diritti civili e politici, anche, ove ricorra il caso, negli stati di appartenenza o di
provenienza;

4. non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, per i candidati in possesso della
cittadinanza italiana;
5. non essere stati destituiti, dispensati o comunque licenziati da un impiego presso una Pubblica
Amministrazione, per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati decaduti da un
impiego presso una pubblica amministrazione ai sensi dell’art. 127, comma 1^, lett. d) del
D.P.R. 10/1/1957, n. 3;
6. non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti che possano
impedire, secondo le norme vigenti, l’instaurarsi del rapporto di impiego presso Pubbliche
Amministrazioni, ovvero l’attribuzione della qualifica di Agente di P.S.1
, oltreché non essere
stati sottoposti a misure di prevenzione di cui al D.Lgs. 6 settembre 2011, n.159;
7. idoneità psico-fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo a concorso, ivi
compreso il porto dell’arma d’ordinanza, ove prevista;
In relazione all’esigenza di assicurare l’adempimento dei compiti di servizio, delle funzioni e
mansioni connesse al posto da ricoprire e quindi l’efficienza dell’azione amministrativa,
comporta inidoneità fisica specifica e conseguentemente la non ammissibilità alla selezione
stessa, la condizione di privo di vista, ai sensi dell’art.1 della legge n.12 del 28/03/91;
parimenti costituisce inidoneità fisica specifica la condizione di disabile di cui all’art. 1 della
legge 68/1999 e precisamente:
a) persone in età lavorativa affette da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e ai portatori
di handicap intellettivo, che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al
45 per cento, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità
civile in conformità alla tabella indicativa delle percentuali di invalidità per minorazioni e
malattie invalidanti approvata, ai sensi dell’articolo 2 del decreto legislativo 23 novembre
1988, n. 509, dal Ministero della sanità sulla base della classificazione internazionale delle
menomazioni elaborata dalla Organizzazione mondiale della sanità;
b) persone invalide del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33 per cento, accertata
dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie
professionali (INAIL) in base alle disposizioni vigenti;
c) persone non vedenti o sordomute, di cui alle leggi 382/70, e successive modificazioni, e
381/70 e successive modificazioni;
d) persone invalide di guerra, invalide civili di guerra e invalide per servizio con minorazioni
ascritte dalla prima all’ottava categoria di cui alle tabelle annesse al testo unico delle norme
in materia di pensioni di guerra, approvato con D.P.R. 915/78, e successive modificazioni.
L’Amministrazione sottoporrà a visita medica di controllo da parte dell’organo competente
alla sorveglianza sanitaria, ai sensi del D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81 il vincitore allo scopo di
accertare che lo stesso, abbia l’idoneità necessaria e sufficiente per poter esercitare le funzioni
inerenti il posto, oltre che l’idoneità psico-fisica richiesta per il porto dell’arma di ordinanza.
La mancata presentazione alla visita medica e agli accertamenti sanitari richiesti, senza
giustificato motivo, equivale a rinuncia al posto messo a selezione;
8. diploma di istruzione secondaria superiore di durata quinquennale (Maturità) rilasciato da un
istituto statale o riconosciuto dallo Stato.
Nel caso di titoli di studio conseguiti all’estero e/o redatti in lingua straniera, gli stessi devono
essere accompagnati da una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero
redatto dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare, ovvero da un traduttore
ufficiale, e devono essere riconosciuti equipollenti ad uno dei titoli di studio previsti per lapartecipazione al concorso; è onere del candidato, a pena esclusione, indicare nella domanda
gli estremi della norma che rende equipollente il titolo posseduto a quello richiesto.
9. possesso della patente di guida di categoria B (o superiore) non soggetta a provvedimenti di
revoca e in corso di validità; per i titoli conseguiti all’estero è richiesto il possesso, entro i
termini di scadenza del presente bando, dell’apposito provvedimento di riconoscimento /
conversione da parte delle autorità competenti.
Sono esclusi i candidati in possesso di patenti con restrizioni, ai sensi del D.M. 40T del
30.09.2003, attinenti alle modifiche del veicolo o attinenti a questioni amministrative;
eventuali restrizioni relative al conducente (motivi medici) sono ammesse compatibilmente e
nel rispetto del requisito dell’idoneità fisica all’impiego previsto dal bando, e sempreché non
comportino limitazioni nella guida tali da impedire il completo espletamento delle mansioni
assegnate secondo le esigenze organizzative del Servizio di appartenenza, anche in relazione
al lavoro su turni/notturno.
10. posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i candidati di sesso maschile nati
entro il 31/12/1985, ai sensi dell’art. 1, Legge 23/08/2004, n. 226;
11. non aver prestato / non essere stato ammesso a prestare servizio militare non armato o servizio
sostitutivo civile, in ottemperanza al divieto previsto all’articolo 636, comma 1, del D.Lgs
66/2010 (salvo rinuncia allo status di obiettore di coscienza), né dichiarare obiezioni all’uso
delle armi;
12. non essere stato espulso dalle Forze armate o dai Corpi militarmente organizzati;
13. adeguata conoscenza parlata e scritta della lingua italiana, per i candidati che non siano
cittadini italiani;
14. adeguata conoscenza della lingua inglese, parlata e scritta;
15. adeguata conoscenza e capacità di utilizzo delle apparecchiature e delle applicazioni
informatiche più diffuse (quali, ad esempio, word, excel, internet, posta elettronica, …).

Per maggiori informazioni visita il sito web ufficiale.