È uscito il Bando per Vigili Urbani, serve il Diploma o laurea, Stipendio euro 20.344,07

È uscito il Bando di concorso per  Vigili Urbani, serve il diploma di maturità, previsto uno stipendio annuo di euro 20.344,07. La selezione è finalizzata all’assunzione a tempo indeterminato.

La domanda scade il 22 Settembre 2022.

CONCORSO VIGILI URBANI

Requisiti richiesti:

Per restare aggiornati seguiteci sul nostro canale telegram.
  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’UE;
  • essere maggiorenni e non avere un’età superiore all’età costituente il limite per il collocamento a
    riposo d’ufficio alla scadenza del presente bando;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità psico – fisica all’impiego ed alle mansioni indicate nel bando;
  • non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti;
  • assenza di destituzione o dispensa dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per
    persistente insufficiente rendimento o licenziamento da una Pubblica Amministrazione ad esito di un procedimento disciplinare per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o con mezzi fraudolenti;
  • non essere stati interdetti o sottoposti a misure che per legge escludono l’accesso agli
    impieghi presso le Pubbliche Amministrazioni;
  • posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva;
  • non aver impedimento alcuno al porto e all’uso dell’arma; con riferimento a tale requisito si
    specifica che coloro i quali siano stati ammessi a prestare servizio come obiettori di coscienza
    devono aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore mediante apposita dichiarazione presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile;
  • diploma di maturità quinquennale o laurea;
  • patente di abilitazione alla guida di motoveicoli e autoveicoli (patente di categoria A2 e di categoria B oppure solo di categoria B se conseguita prima del 25/04/1988);
  • conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
  • non trovarsi nella condizione di disabile di cui alla Legge n. 68/99 (art. 3, comma 4).

Per maggiori informazioni: link.

Per restare aggiornati seguiteci sul nostro canale telegram .

Commenti

  1. Luigi de marianis 28 Dicembre 2020
  2. Carmine maffei 11 Settembre 2022

Lascia una risposta