Guardia di Finanza: concorso pubblico 2020 per 930 Allievi Marescialli

concorso guardia di finanzaGuardia di Finanza: concorso pubblico 2020 per 930 Allievi Marescialli. La Gdf ha indetto un concorso pubblico finalizzato al reclutamento di 930 risorse. Di seguito vedremo tutti i dettagli del bando e i requisiti richiesti. La domanda va inviata entro il 3 aprile 2020.



Requisiti richiesti

Possono partecipare al concorso Gdf:



a. appartenenti al ruolo sovrintendenti, appuntati e finanzieri, allievi finanzieri e ufficiali di complemento del Corpo della Guardia di Finanza che:
– non superare il 35° anno di età;
– se in servizio permanente, non siano stati dichiarati non idonei all’avanzamento al grado superiore, o se dichiarati non idonei al grado superiore, abbiano successivamente conseguito un giudizio di idoneità e siano trascorsi almeno due anni dalla dichiarazione di non idoneità;
– non hanno demeritato durante il servizio prestato;
– nell’ultimo biennio non sono stati giudicati inidonei all’avanzamento di grado;
– non risultino imputati in un procedimento penale per delitto non colposo;
– non siano sottoposti a un procedimento disciplinare di corpo da cui possa derivare l’irrogazione di una sanzione più grave della consegna, a un procedimento disciplinare di stato o a un procedimento disciplinare ai sensi dell’articolo 17 delle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale (decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 271);
– non siano sospesi dal servizio o dall’impiego o in aspettativa;
– non siano già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli, o da corsi equipollenti, della Guardia di finanza.

b. i cittadini italiani, anche se già alle armi, che:
– hanno un’età compresa tra i 17 e i 26 anni;
– hanno, se minorenni alla data di presentazione della domanda, il consenso dei genitori o del genitore esercente in via esclusiva la potestà o del tutore per contrarre l’arruolamento volontario nella Guardia di finanza;
– godano dei diritti civili e politici;
– non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, o prosciolti, d’autorità o d’ufficio…;
– non sono stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza o hanno rinunciato a tale status, ai …;
– non sono stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia;
– non sono imputati, non sono stati condannati né abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’articolo 444 c.p.p. per delitti non colposi, né sono o sono stati sottoposti a misure di prevenzione;
– non si trovino, alla data dell’effettivo incorporamento, in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della Guardia di finanza;
– sono in possesso delle qualità morali e di condotta stabilite per l’ammissione ai concorsi della magistratura ordinaria.
– non sono già stati rinviati, d’autorità, dal corso allievi marescialli, o da corsi equipollenti, della Guardia di finanza.



E’ richiesto il diploma di maturità che consenta l’iscrizione all’Università.

Per maggiori informazioni: www.gdf.gov.it .

Lascia una risposta