È uscito il Bando Personale ATA per Assistenti DIPLOMATI, ecco la domanda

Concorso pubblico per titoli ed esami per la formazione di una graduatoria di idonei al profilo professionale di Assistente – Area II – C.C.N.L. comparto istruzione e Ricerca Sezione Afam – valida per assunzioni a tempo determinato.
Anno Accademico: 2023/2024
Tipologia Personale: ATA
Ruolo: Assistente
Nr Posti: 2
Data Scadenza Domanda: 11/10/2023 23:59

CONSERVATORIO DI MUSICA FRANCESCO CILEA – REGGIO CALABRIA

ART. 3 – REQUISITI DI AMMISSIONE ALLA PROCEDURA
Per l’ammissione alla procedura è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
1. cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla
Repubblica), ovvero cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di Paesi
terzi che si trovino nelle condizioni di cui all’art. 38, commi 1, 2 e 3-bis, del Decreto
legislativo 30 marzo 2001 n. 165;
2. età non inferiore agli anni 18. Non è previsto alcun limite massimo di età, salvo quelli
generali previsti per l’assunzione presso la Pubblica Amministrazione;
3. godimento dei diritti civili e politici;
4. idoneità fisica all’impiego. L’Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di
controllo coloro che si collochino in posizione utile per il conferimento dei posti in base alla
normativa vigente;
5. titolo di studio: Diploma di scuola secondaria di secondo grado che consenta l’accesso agli
studi universitari.
Per i titoli di studio conseguiti all’estero è richiesta la dichiarazione di equipollenza ai sensi
della vigente normativa in materia ovvero dichiarazione di avvio della richiesta di equipollenza
al titolo di studio richiesto dal bando secondo la procedura di cui all’art. 38 del D.lgs. 165/2001.
Il candidato è ammesso alla selezione con riserva qualora il provvedimento di equipollenza non
sia ancora stato emesso;
6. essere in regola con le norme concernenti gli obblighi militari per i nati fino al 1985.
Non possono partecipare alla procedura:
a) coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
b) coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione
per persistente insufficiente rendimento, o licenziati per le medesime ragioni ovvero per motivi
disciplinari ai sensi della vigente normativa di legge o contrattuale, ovvero dichiarati decaduti
per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati
da nullità insanabile;
c) coloro che abbiano riportato condanne con sentenza passate in giudicato per reati che
costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione. Coloro,
invece, che hanno in corso procedimenti penali, procedimenti amministrativi per l’applicazione
di misure di sicurezza o di prevenzione o precedenti penali a proprio carico iscrivibili nel
casellario giudiziale, ai sensi dell’art. 3 D.P.R. n. 313 del 14/11/2002 ne danno notizia al
momento della candidatura, precisando la data del provvedimento e l’autorità giudiziaria che
lo ha emanato ovvero quella presso la quale penda un eventuale procedimento penale.

Per maggiori informazioni visita il sito web ufficiale.

Per restare aggiornati seguiteci sul nostro canale telegram.

Ultima modifica il 24 Settembre 2023 da Redazione

Lascia una risposta